Blog

Imposta sostitutiva sui compensi da attività di lezioni private e ripetizioni

Imposta sostitutiva sui compensi da attività di lezioni private e ripetizioni

A decorrere dal 1° gennaio 2019 sui compensi derivanti dall'attività di lezioni private e ripetizioni, svolta dai docenti titolari di cattedre nellescuole di ogni ordine e grado, si applica un'imposta sostitutiva dell'imposta sul reddito delle persone fisiche e delle addizionali regionali e comunali, con l'aliquota del 15 %, salva l’opzione per l'applicazione dell'imposta sul reddito nei modi ordinari.
Fermenti: agevolazioni a fondo perduto per i giovani

Fermenti: agevolazioni a fondo perduto per i giovani

Il bando offre un sostegno tecnico e finanziario alle iniziative progettuali, a carattere locale e/o nazionale, dei giovani, finalizzate ad esplorare le sfide sociali  considerate fondamentali per i giovani e che forniscano possibili soluzioni ai problemi e alle priorità comuni che impattano sulla comunità di riferimento.
Credito d’imposta formazione 4.0 modifiche alla disciplina

Credito d’imposta formazione 4.0 modifiche alla disciplina

E' stata prorogata di un anno l’applicazione del credito d’imposta formazione 4.0, più precisamente estendendolo alle spese di formazione sostenute nel periodo di imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2018. Le disposizioni in esame mantengono fermo il limite massimo annuale di 300.000 euro ed effettuano alcune rimodulazioni del credito, secondo la dimensione delle imprese.
Le banche prestano i soldi?

Le banche prestano i soldi?

Le banche prestano i soldi? In questi giorni mi sono chiesto se ancora oggi le banche prestano i soldi. Non è provocazione la mia ma una triste realtà di fronte alla quale mi sto trovando molto più spesso. Ci sono favole e racconti che si narrano sull’interrogativo se le banche prestano i soldi che hanno
Regime Forfetario: ecco i nuovi parametri per accedere

Regime Forfetario: ecco i nuovi parametri per accedere

In merito all'innalzamento della soglia di compensi, la legge di bilancio 2019 ha elevato a 65.000 euro il limite dei ricavi conseguiti e dei compensi percepiti nell'anno precedente per l’applicazione del regime forfetario. Tale soglia è valida per tutti i contribuenti interessati e sostituisce i limiti dei ricavi e dei compensi percepiti che la scorsa disciplina fissava tra i 25.000 e i 50.000 euro a seconda della tipologia di attività esercitata.

Cosa ne pensi?

Lascia il tuo Voto

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle6 Stelle7 Stelle8 Stelle9 Stelle10 Stelle
(15 voti - media: 9,93 su 10)