Al momento stai visualizzando Adeguati assetti e accesso al credito

Adeguati assetti e accesso al credito

Introduzione

L’articolo 2086 del cod. civ. in tema di adeguati assetti non rappresenta solo un fondamento nel modo di fare impresa ma assume rilevanza anche in materia di accesso al credito.

Oggi la relazione tra adeguati assetti e accesso al credito permette di superare la visione dell’articolo 2086 del cod. civ. come strumento esclusivamente preposto alla tempestiva emersione della crisi.

Relazione tra accesso al credito e adeguati assetti

Gli adeguati assetti necessitano di essere integrati con un approccio “forward looking”, volto ad anticipare le sfide e cogliere le opportunità del futuro.

Lo stesso approccio previsionale viene esplicitato nelle linee guida dell’EBA in materia di “Orientamenti in materia di concessione e monitoraggio di prestiti”, dove l’accesso al credito e la concessione di presiti viene basato:

  • sulla capacità futura di rimborso scaturente dai flussi di cassa prospettici.

Secondo le linee guida dell’EBA la verifica deve essere effettuata analizzando:

  • struttura amministrativa-organizzativa dell’impresa;
  • modello di business;
  • strategia aziendale.

Adeguati assetti e valutazione del merito creditizio

L’adeguatezza degli assetti organizzativi, amministrativi e contabili è un elemento fondamentale per la valutazione del merito creditizio.

Le linee guida EBA e la giurisprudenza in materia di accesso al credito impongono alle banche di valutare:

  • fattibilità del business plan;
  • l’adeguatezza della struttura organizzativa, il modello di business e la strategia aziendale del cliente;
  • l’evoluzione dei mercati e i rischi esterni;
  • la professionalità delle risorse umane aziendali.

L’obiettivo è quello di concedere credito solo a imprese con BUONE PROBABILITA’ di rimborso.

Il ruolo chiave dell’articolo 2086 c.c. nell’accesso al credito

Abbiamo visto come:

  1. l’articolo 2086 cod. civ. IMPONE all’imprenditore di dotarsi di adeguati assetti;
  2. gli assetti sono necessari per una GESTIONE efficace dell’impresa;
  3. Le banche, nel VALUTARE la concessione di un credito, tengono conto dell’adeguatezza degli assetti aziendali;
  4. quindi, un’azienda con assetti adeguati ha MAGGIORI probabilità di ottenere un credito a condizioni migliori.

In conclusione, l’articolo 2086 c.c. svolge un ruolo chiave nell’accesso al credito.

Assicurando una gestione efficace e trasparente delle imprese, esso contribuisce a ridurre il rischio di insolvenza e a facilitare l’accesso al credito da parte delle aziende SANE.

Il ruolo del dottore Commercialista

Il commercialista può svolgere un ruolo fondamentale nell’aiutare l’azienda a rispettare l’articolo 2086 del codice civile. In particolare, il commercialista può:

1. Valutare l’adeguatezza dell’assetto organizzativo, amministrativo e contabile;

2. Fornire consulenza su specifici aspetti della gestione aziendale;

3. Assicurare la tenuta della contabilità e la redazione del bilancio di esercizio;

4. Aiutare l’impresa a prevenire in anticipo una situazione di crisi.

In conclusione, il commercialista può essere un partner strategico per l’azienda nel rispetto dell’articolo 2086 del codice civile.

Grazie alle sue competenze e professionalità.

 VERIFICA SE LA TUA AZIENDA HA ADEGUATI ASSETTI …


 

Lascia un commento