BANDO MULTIMISURA 2022: DOMANDE DAL 30 NOVEMBRE 2022

BANDO MULTIMISURA 2022: DOMANDE DAL 30 NOVEMBRE 2022

...

OBIETTIVI

Dal 30 novembre 2022 sarà possibile presentare le domande accedere al BANDO MULTIMISURA 2022 con il quale la Camera di Commercio di Lecce intende sostenere il sistema imprenditoriale del Salento attraverso l’erogazione di voucher a fondo perduto per favorire la tenuta e la ripartenza delle realtà imprenditoriali a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

AMBITI DI INTERESSE

L’iniziativa prevede l’erogazione di voucher a fronte di spese sostenute nei seguenti ambiti di interesse:

  • PID – INNOVAZIONE DIGITALE E GREEN (BANDO A)
  • TURISMO E INDUSTRIA CULTURALE (BANDO B)
  • INTERNAZIONALIZZAZIONE (BANDO C)
  • FORMAZIONE LAVORO (BANDO D)


NOTA BENE!
Ogni persona fisica/impresa può presentare una sola richiesta di contributo alternativa tra le Misure previste. In caso di eventuale presentazione di più domande è tenuta in considerazione solo l’ultima domanda presentata in ordine cronologico (ES: chi presenta istanza sul Bando Turismo non può presentare istanza per i Bandi A , C e D).

SOGGETTI BENEFICIARI

Sono ammissibili alle agevolazioni le imprese che, alla data di presentazione della domanda e fino alla concessione dell’aiuto, presentino i seguenti requisiti:

  • siano Micro o Piccole o Medie imprese come definite dall’Allegato 1 del regolamento UE n. 651/2014;
  • abbiano sede legale nella circoscrizione territoriale della Camera di commercio di Lecce;
  • risultino iscritte nel Registro delle imprese alla data del 31.12.2019 e siano in regola con il pagamento del diritto annuale camerale a partire dall’annualità 2019;
  • siano attive e in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese inclusa l’iscrizione di un domicilio digitale valido;
  • non si trovassero in difficoltà alla data del 31 dicembre 2021;
  • abbiano legali rappresentanti, amministratori (con o senza poteri di rappresentanza) e soci per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione previste dall’art. 67 del D.lgs. 6 settembre 2011, n.159 ;
  • abbiano assolto gli obblighi contributivi e siano in regola con le normative sulla salute e sicurezza sul lavoro di cui al D.lgs. 9 aprile 2008, n.81 e successive modificazioni e integrazioni;
  • non abbiano forniture in essere con la Camera di commercio di Lecce ai sensi dell’art.4, comma 6, del D.L. 95 del 6 luglio 2012, convertito nella L. 7 agosto 2012, n. 135.

DOTAZIONE FINANZIARIA, NATURA ED ENTITA’ DELL’AGEVOLAZIONE

Di seguito, a seconda del bando, l’ammontare delle risorse complessivamente stanziate dalla camera di Commercio di Lecce a disposizione dei soggetti beneficiari:

  • PID – INNOVAZIONE DIGITALE E GREEN : € 400.000,00 (voucher importo max € 5.000)
  • TURISMO E INDUSTRIA CULTURALE : € 260.000,00 (voucher importo max € 5.000 per le società, max € 3.000 per le ditte individuali)
  • INTERNAZIONALIZZAZIONE : € 145.000,00 (voucher importo max € 5.000)
  • FORMAZIONE LAVORO : € 91.500,00. Le agevolazioni saranno accordate sotto forma di voucher con importo max di:
    • 1.500,00 € per i tirocini extracurriculari o contratto di apprendistato della durata minima di tre mesi;
    • 2.500,00 € per assunzioni a tempo determinato della durata minima di cinque mesi, eventualmente riproporzionato in percentuale nel caso di part-time;
    • 4.000,00 € per assunzioni a tempo indeterminato, eventualmente riproporzionato in percentuale in caso di part-time;
    •  5.000,00 € per assunzioni a tempo indeterminato, eventualmente riproporzionato in percentuale in caso di part-time di laureati o diplomati di elevata specializzazione in ambito digitale e green.

Indipendentemente dal bando, l’entità massima dell’agevolazione non può superare il 50% delle spese ritenute ammissibili.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

A pena di esclusione, le richieste di voucher devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, attraverso lo sportello on line “Contributi alle imprese” (all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov) dalle ore 9:00 del 30.11.2022 alle ore 17:00 del 23.12.2022. Saranno automaticamente escluse le domande inviate prima e dopo tali termini. Non saranno considerate ammissibili altre modalità di trasmissione delle domande di ammissione al voucher.

L’invio della domanda può essere delegato ad un intermediario abilitato all’invio delle pratiche telematiche: in questo caso dovrà essere allegato il modulo di procura per l’invio telematico (scaricabile dal sito internet camerale www.le.camcom.gov.it), sottoscritto con firma digitale dal titolare/legale rappresentante dell’impresa richiedente e dall’intermediario.

A pena di esclusione, alla pratica telematica dovrà essere allegata la seguente documentazione:

  • MODELLO BASE generato dal sistema, che dovrà essere firmato digitalmente dal titolare/legale rappresentante dell’impresa e/o dal soggetto delegato;
  • ALLEGATI AL MODELLO BASE, che dovranno essere firmati digitalmente dal titolare/legale rappresentante dell’impresa.

L’istanza è soggetta all’imposta di bollo di € 16,00. Per tale adempimento l’impresa dovrà effettuare il versamento dell’imposta utilizzando il modello F24 che dovrà essere allegato alla pratica telematica.

È obbligatoria l’indicazione di un unico indirizzo PEC, presso il quale l’impresa elegge domicilio ai fini della procedura e tramite cui verranno pertanto gestite tutte le comunicazioni successive all’invio della domanda.

La Camera di commercio di Lecce è esonerata da qualsiasi responsabilità derivante dal mancato o tardivo ricevimento della domanda per disguidi tecnici.

VALUTAZIONE DELLE DOMANDE E CONCESSIONE

È prevista una procedura a sportello (di cui all’art. 5 comma 3 del D.lgs. 31 marzo 1998, n.123) secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda e fino ad esaurimento fondi.

L’istruttoria si conclude con l’adozione di un provvedimento di concessione o di diniego dell’agevolazione.

È facoltà della Camera di Commercio richiedere all’impresa tutte le integrazioni ritenute necessarie per una corretta istruttoria della pratica, con la precisazione che la mancata presentazione di tali integrazioni entro e non oltre il termine di 10 giorni di calendario dalla ricezione della relativa richiesta, comporta la decadenza della domanda di voucher.

 

HAI BISOGNO DI ULTERIORI INFO?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.