IVA AL 10% SU CALDAIE, INFISSI, SANITARI: COME APPLICARLA CORRETTAMENTE

IVA AL 10% SU CALDAIE, INFISSI, SANITARI: COME APPLICARLA CORRETTAMENTE

...

Come si calcola l’IVA 10% su caldaie, infissi, sanitari e altri beni significativi?

Come si applica l’iva al 10% su caldaie, infissi, sanitari, in altre parole sui cosiddetti beni significativi? Gli interventi eseguiti sugli immobili residenziali, possono godere di un’aliquota Iva agevolata al 10%; però, nel caso dei cosiddetti beni significativi, l’iva si applica per una parte al 10%, per la restante parte con l’aliquota ordinaria al 22%. Su tutti i componenti accessori invece, l’iva è interamente al 10%.

Sull’argomento ne abbiamo già parlato in un precedente articolo Iva 10% sulle ristrutturazioni: regole chiare per i beni significativi

Inoltre, per facilitare i calcoli delle imprese artigiane che trattano infissi, caldaie, condizionatori, ascensori, sanitari, ecc. abbiamo realizzato un agevole software di calcolo fattura Beni significativi: calcoli per fattura artigiani

BENI SIGNIFICATIVI: ELENCO

In aggiunta ai beni precedentemente citati, ossia caldaie, infissi, sanitari, è possibile applicare l’iva al 10% anche per altri beni significativi, indicati nel Decreto del Ministero dell’Economia del 29.12.1999, e di seguito elencati:

•  Ascensori e montacarichi;
•  Infissi esterni ed interni;
•  Caldaie (a condensazione e non, a gpl, metano o pellet);
•  Video citofoni;
•  Apparecchiature di condizionamento e riciclo dell’aria;
•  Sanitari e rubinetteria da bagno;
•  Impianti di sicurezza.

CASI PRATICI

ESEMPIO IN CUI IL VALORE DEL BENE SIGNIFICATIVO NON SUPERA LA META’ DEL VALORE DELL’IMPONIBILE TOTALE

Fattura

• Caldaia (bene significativo) € 1400
• Componenti accessori € 800
• Posa in opera € 800
________________________________
IMPONIBILE TOTALE € 3.000

Vediamo come calcolare l’iva
• 10% (iva) su 1.600 (componenti accessori, posa e servizi) = € 160
• 10% (iva) su 1.400 ( bene significativo) = € 140
__________________________________
CORRISPETTIVO TOTALE = € 3.300

Dall’esempio si evince che il costo della caldaia pari a € 1400, è inferiore alla metà dell’intera prestazione (3000/2 = 1500) , di conseguenza tutte le voci presenti in fattura sono soggette Iva al 10%.

ESEMPIO IN CUI IL VALORE DEL BENE SIGNIFICATIVO SUPERA LA META’ DEL VALORE DELL’IMPONIBILE TOTALE

Fattura
• Sanitari (bene significativo) € 500
• Componenti accessori € 100
• Posa in opera € 200
_______________________________
• IMPONIBILE TOTALE € 800

Calcolo dell’l’iva

• 10% (iva) su 300 (componenti accessori, posa in opera) = € 30
• 10% (iva) su 300 ( quota parte del bene significativo) = € 30
• 22% (iva) su 200 (parte residua del bene significativo) = € 44
____________________________________________________
CORRISPETTIVO TOTALE = € 904

ALTRI ESEMPI

Nel caso in cui siano forniti e posati unicamente componenti accessori, senza la presenza del bene significativo, tutti i prodotti e servizi sempre in ambito residenziale, possono godere dell’iva al 10%.

Infine, in caso di sola fornitura di prodotti senza la posa in opera, l’iva da applicare resta al 22%.

Approfondisci il software per il calcolo dell’IVA sui beni significativi: clicca qui.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.