Tassi mutuo 2019

Tassi mutuo 2019

...

Quali tassi aspettarsi per un mutuo nel 2019? Bella domanda! In questo periodo stiamo riservando molta attenzione all’andamento dei tassi per capire bene quali possano essere i tassi di un mutuo nel 2019… stiamo assistendo a delle montagne russe senza precedenti. Andiamo ad analizzare cosa sta accadendo…

Tassi negativi finiti?

Nel mese di agosto abbiamo scritto l’articolo “Mutui economici grazie ai tassi negativi” per rendervi partecipi delle dinamiche in atto sui tassi di interesse che, probabilmente, stavano passando inosservate agli occhi dei consumatori. Successivamente vi abbiamo dato qualche indicazioni su cosa potesse essere interessante fare: “Rinegoziazione mutuo: quando conviene?

Oggi ci chiediamo se i tassi per un mutuo nel 2019 stiano tornando a salire e se l’andamento registrato nei mesi scorsi è terminato… La domanda nasce spontanea se andassimo ad analizzare le dinamiche sui prezzi dell’Eurirs, in particolare abbiamo studiato l’andamento dell’Eurirs a 10 anni dall’inizio dell’anno.

Dall’andamento dei tassi sembra che tutto sia finito, può essere così? Possibile che questa discesa dell’Eurirs sia finita e che chi ha sottoscritto nel frattempo un mutuo a tasso fisso sia stato fortunato?

E’ evidente che negli ultimi giorni ci sia stato un incremento dei tassi di riferimento, che si sono riportati intorno allo ZERO ma è difficile dire che tutto sia finito. Piuttosto potrebbe essere più facile che questo incremento sia il preludio di una nuova discesa.

Gli analisi tecnici lo chiamano rimbalzo. Qualcosa del genere è già accaduto a marzo e a luglio, sono movimenti quasi fisiologici degli andamenti, non solo dei tassi! Ciò che invece può accadere è un repentino movimento al ribasso che possa portare l’Eurirs intorno a -0,50% entro la fine dell’anno, contro l’attuale minimo toccato a fine agosto a -0,30%.

tassi mutuo 2019

Quindi quali tassi attendersi per un mutuo nell’ultima parte del 2019?

Per trovare conferma alla nostra ipotesi abbiamo fatto per voi una breve ricerca sulle aspettative sui tassi e abbiamo trovato cose molto interessanti. Il sito internet su cui abbiamo puntato maggiore attenzione è https://www.telemutuo.it/culturamutui/previsioni-euribor.php perché propone la tabella di confronto tra l’Euribor a 3 mesi (base dei tassi variabili) con il corrispondente future (strumento di previsione).

Il risultato è sorprendente perché il sito indica una variazione negativa dei tassi ancora molto importante e ancora per tanto tempo con un massimo da toccare tra la fine del 2020 e il primo semestre del 2021, con un differenziale rispetto all’Euribor attuale di -0,27%.

Attenzione, teniamo molto a sottolineare che trattasi solo ed esclusivamente di IPOTESI, le quali sono assunte sulla base dei derivati anche rispetto ai tassi, la cui osservazione può presumere l’andamento dei tassi di un mutuo a tasso variabile. La tabella, scrive il sito, è una sorta di “sfera di cristallo” puntata sull’Euribor.

Scadenza Euribor
previsto
Differenza su
settembre 2019
settembre 2019 -0,45%
dicembre 2019 -0,60% -0,15%
giugno 2020 -0,70% -0,25%
dicembre 2020 -0,72% -0,27%
giugno 2021 -0,72% -0,27%
dicembre 2021 -0,70% -0,25%
giugno 2022 -0,67% -0,22%
dicembre 2022 -0,64% -0,19%
giugno 2023 -0,60% -0,15%
dicembre 2023 -0,55% -0,10%
giugno 2024 -0,47% -0,02%
dicembre 2024 -0,42% 0,03%
giugno 2025 -0,39% 0,06%

fonte: https://www.telemutuo.it/culturamutui/previsioni-euribor.php

In conclusione, i tassi di un mutuo nel 2019 si presumono ancora molto positivi per chi ne volesse sottoscrivere uno nuovo o procedere ad una rinegoziazzione di uno precedente!

(articolo a cura di Pasquale Stefanizzi)

Vuoi capire di più del denaro della tua azienda?

Ti daremo tutte le informazioni che ti servono!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *